Perché fino al 1° aprile i bonifici bancari sono bloccati: la reale motivazione

Bonifici bancari fino al primo aprile bloccati, qual è il motivo che giustifica questa decisione? E soprattutto, è una cosa solo nazionale? 

tastiera computer
Stop bonifici computer cosa succede (Mrinformatico.it)

Ormai al giorno d’oggi dove tutto è assolutamente computerizzato, è prassi comune fare i bonifici, ovvero uno slittamento di denaro da un conto all’altro per effettuare pagamenti, donazioni, per versare gli stipendi e via dicendo. Sono tante le cause – da indicare volta per volta pedissequamente – che vi sono dietro i bonifici.

Sono operazioni che si fanno all’ordine del giorno ecco perché la notizia diffusa in questi giorni secondo cui ci sarà un blocco di un tot periodo nel corso del quale non è possibile fare bonifici ha veramente scosso la popolazione. Molti si chiedono infatti cosa ci sia dietro questa manovra e soprattutto se sia una prerogativa solo dell’Italia o se questo limite transitorio avrà luogo anche in altri paesi comunitari.

Bonifici, stop fino al 1° aprile, cosa succede

ATM denaro contante
Stop bonifici primo aprile (Mrinformatico.it)

A quanto pare è stato previsto un blocco dei bonifici bancari ma fino al primo aprile. In realtà l’Italia non ha fatto altro che adeguarsi a tutta l’Eurozona, quindi non è una prerogativa prettamente nazionale. Questo blocco deriva dalla festività di Pasqua, al pari di ogni altra festa che si presenti nel corso dell’anno. Quindi il blocco sarà dal periodo che va dal 29 marzo al lunedì di Pasquetta compreso.

Quando parte un bonifico per essere certi che non sia soggetto a tale blocco, bisogna procedere giovedì 28. Come già anticipato sopra, questo blocco non riguarda solo Pasqua ma viene fatto anche in occasione del Primo Gennaio, Primo Maggio, 25 e 26 dicembre. Quindi preparatevi perché comunque accadrà anche in altri momenti del corso del 2024.

Molti si chiedono però come bisogna fare quando si presentano dei casi di necessità? C’è un modo per aggirare tale blocco, si parla dei bonifici istantanei. Questi infatti continueranno a funzionare come in qualsiasi altro periodo, anche perché a differenza di altri bonifici quelli istantanei possono essere effettuati in qualsiasi momento dell’anno. Certo, il tutto chiaramente ha un costo perché per i bonifici istantanei si richiede il pagamento di una commissione che varia a seconda della banca di riferimento.

Un bonifico in 10 secondi

A breve ci saranno nuove normative che introdurranno una disciplina ulteriore per quanto concerne i bonifici istantanei. Prossimamente infatti per farli si richiederanno solo 10 secondi come previsto dal regolamento UE approvato le scorse settimane. Questo riguarderà chiaramente i bonifici tra Stati dell’Unione Europea ed all’interno dello Spazio economico, Islanda, Norvegia e Liechtenstein.

Impostazioni privacy