Hai ricevuto un bonifico per errore? Cosa fare in questo caso: lo dice la legge

Se hai ricevuto un bonifico per errore, devi sapere sicuramente come agire in questo caso: lo spiega la legge.

Hai ricevuto un bonifico per errore cosa fare
Trasferimento di soldi – Mrinformatico.it

Al giorno d’oggi tutto è veramente cambiato nelle nostre vite: sono arrivati smartphone sempre più potenti che permettono di fare praticamente tutto. Le applicazioni fornite dagli sviluppatori sono sempre più scioccanti: Google, ad esempio, fornisce servizi notevoli ai propri utenti (a proposito, hai visto cosa sta accadendo al Drive?): le funzionalità dei telefonini sembrano non avere fine. Nel frattempo, sono arrivati anche portafogli digitali come il Wallet che permettono di registrare la propria carta di credito e di pagare quindi attraverso dispositivi che posseggono la tecnologia NFC.

Le banche, negli ultimi tempi, hanno messo a disposizione anche applicazioni notevoli che permettono di fare pagamenti, trasferire denaro su altri conti e saldare tasse e bollette con pochi passaggi. Al giorno d’oggi le persone difficilmente fanno bonifici in banca: ormai tutto è a portata di clic. Ma cosa succede se vi arriva un bonifico per errore? Come comportarsi in questi casi?

Cosa fare se si riceve un bonifico per errore: lo dice la legge

Hai ricevuto un bonifico per errore cosa fare
Controllare sul pc i movimenti sulla propria carta di credito – Mrinformatico.it

Quando si fa un bonifico, bisogna controllare attentamente i dati messi perché è facile sbagliarsi. Scrivere l’IBAN, ad esempio, non è assolutamente semplice dal momento che ci sono tantissimi numeri: prima di inviare soldi, quindi, prestare sempre grande attenzione. Fatta questa piccola premessa, cerchiamo di capire invece come comportarsi se arriva un bonifico non nostro sul conto. Le banche, va detto, offrono alcuni servizi interessanti: c’è addirittura chi fa tornare la somma al mittente se quest’ultimo segnala un errore (in questo articolo abbiamo parlato della giusta causale).

La legge  (ed in particolare la Corte di Cassazione), ha regolato anche questo aspetto. Se una persona riceve un bonifico che non dovrebbe essere suo, è tenuto a restituire l’intera somma. Chi riceve soldi per errore, quindi è tenuto a restituirli: ci sono banche che hanno tra i vari servizi anche quello della restituzione. L’unico caso in cui una persona riceva un bonifico per errore e può trattenere la somma è quello in cui abbia un credito (da dimostrare) con la persona che ha sbagliato. I soldi vanno restituiti in caso di errore altrimenti si parla di un arricchimento ingiusto. Chi ha commesso l’errore può intraprendere un’azione civile entro 10 anni dal fatto. Prima di concludere l’articolo, vi ricordiamo che sul web sono presenti tantissime truffe in merito ai bonifici: occhio sempre alle email pericolose.

Impostazioni privacy