Smartphone, pulire il microfono e gli altoparlanti: il metodo per non danneggiarli

Smartphone, come si puliscono microfono e altoparlanti? Semplice, seguendo dei semplici consigli: tutto quello che dovresti sapere.

Smartphone
Smartphone, il metodo per pulire microfono e altoparlanti (Mrinformatico.it)

Utilizziamo lo smartphone di continuo, ma a volte, però non badiamo bene ad un aspetto, ovvero la sua pulizia. Si sa, lo teniamo costantemente fra le mani e al suo interno custodiamo segreti e documenti, ma è necessario capire che ogni tanto anche quest’ultimo andrebbe pulito.

Basta ricordare, appunto, che è sempre con noi lo portiamo sul posto di lavoro, al bar e anche sui mezzi, ma puntualmente quando torniamo a casa non lo disinfettiamo, questo, però potrebbe creare qualche piccolo inconveniente. Oggi, ti spiegheremo come pulirlo al meglio, anzi illustreremo nel dettaglio come pulire il microfono e gli altoparlanti del dispositivo.

Perché pulire queste zone del cellulare è importante?

Smartphone pulizia
Smartphone, come pulire microfono e altoparlanti (Mrinformatico.it)

Come per gli elettrodomestici, anche i nostri cellulari meritano la giusta pulizia, il motivo è semplice e va oltre la questione igienica. Mantenere il dispositivo pulito garantisce migliori prestazioni. In estate, ad esempio è bene, specie se siamo tornati dalla spiaggia ripulirlo al meglio senza attendere troppi giorni.

Polvere e granelli potrebbero rovinare irrimediabilmente il nostro smartphone. A tal proposito, ti spiegheremo come risolvere in poche semplici mosse. In primis, è necessario capire se il modello del nostro smartphone ha gli altoparlanti e il microfoni vicini, così sarà più facile intervenire.

Pulisci così il tuo smartphone

Prima di spiegarvi i vari passaggi è bene tenere a mente che il nostro smartphone deve essere necessariamente spento. Per pulire le zone interessate possiamo procedere utilizzando l’aria compressa. Per chi non lo sapesse in commercio esistono degli oggetti creati per soffiare all’interno con delicatezza.

Sappiamo che senza sarebbe impossibile arrivare nei punti critici. In alternativa, si può utilizzare anche una spazzola morbida per eliminare ulteriore polvere. Infine, se si vuole fare una pulizia più approfondita, si può utilizzare l’alcool isopropilico, ma come? Semplice, basterà versare la soluzione direttamente su un cotton fioc e passarlo direttamente sulle zone interessate.

Quando ci apprestiamo a questa operazione è bene tenere a mente una questione: trattandosi di zone veramente particolari è meglio sempre non agire con fretta, sediamoci comodi e prendiamoci 15 minuti, in questo modo si potranno evitare spiacevoli inconvenienti.

Impostazioni privacy