Smartphone, 3 errori che possono costare caro: li commettiamo tutti, ecco perché fare attenzione

Ci sono tre errori che puoi commettere con il tuo smartphone e che possono finire con il costarti caro. Sono in molti a commetterli. 

Tenere con cura il proprio smartphone è indispensabile perché duri a lungo. Questo comprende, per esempio, preservarlo dagli urti con una cover, pulire l’ingresso degli auricolari e quello del caricabatterie. L’aspetto principale a cui fare attenzione è quanto spesso e come lo si mette in carica. Commettere un errore può rovinare la batteria e costringere a cambiare cellulare.

I 3 errori che commetti con lo smartphone
Ci sono tre errori che fai con il tuo smartphone che possono rovinarlo presto. – (mrinformatico.it)

All’interno della confezione dello smartphone è descritto nel dettaglio come caricarlo nel modo corretto, ma spesso sono istruzioni che si ignorano. Dopotutto quando si compra un nuovo modello, si è più interessati alle funzioni più avanzate che ha e si fa meno attenzione al resto. In molti così continuano a seguire le stesse abitudini sbagliate, senza rendersene conto.

Tra chi lascia lo smartphone in carica di continuo e chi lo attacca al cavo il meno possibile perché ha fretta, sarebbe troppo lunga elencarle tutte. Quelle più diffuse tra i ragazzi di oggi sono tre, ed evitarle può allungare di molto la vita della batteria. In questo modo si eviterà di trovarsi lo smartphone scarico quando è più necessario.

I tre errori che commetti con lo smartphone

Una delle abitudini peggiori  ma che ormai è radicata è quella di lasciare lo smartphone attaccato al caricabatterie quando si va a letto. Non importa che sia quasi a piena carica o che stia per spegnersi, perché il problema è che arriverà al 100% ben prima che sia mattina. Per ore quindi il caricabatterie fornisce energia in più alla batteria, rischiando di danneggiarla.

Errori che commetti quando carichi lo smartphone
Lasciare in carica lo smartphone tutta la notte può costare caro. – (mrinformatico.it)

Durante la notte inoltre è possibile che il telefono si surriscaldi per effetto del tempo prolungato in cui resta attaccato al cavo. In generale è bene evitare condizioni che possano portare a un surriscaldamento del dispositivo. Per esempio quando lo si mette in carica è meglio togliere la cover quando si attacca al cavo perché disperda più facilmente il calore. Si tratta di un piccolo trucco, molto utile soprattutto in estate quando il rischio è più alto.

Infine c’è un errore che sfugge e che riguarda la percentuale a cui si fa arrivare la batteria prima di staccare lo smartphone. Non bisogna arrivare fino al 100% ma tenersi attorno all’80%, in modo che gli elettrodi non perdano efficienza. Quale di questi ti è capitato di fare?

Impostazioni privacy