Parlare con i defunti, non è esoterismo ma AI: la tecnologia in Cina sta stupendo tutti

In Cina, le persone che hanno perso i propri parenti si riuniscono ai defunti grazie ai software supportati dall’intelligenza artificiale.

In un mondo in cui la tecnologia continua a confondere i confini tra realtà e regno digitale, in Cina sta emergendo una nuova tendenza che la dice lunga sull’amore, sul legame con i defunti e sulla condizione umana.

L'intelligenza artificiale che permette di parlare con i defunti
‘Resurrezione artificiale’, arriva l’avatar del defunto (mrinformatico.it)

I parenti in lutto si stanno rivolgendo all’intelligenza artificiale (AI) per creare avatar realistici dei loro cari, che possano imitare i loro modi di parlare e di pensare. Questo approccio innovativo offre una resurrezione digitale, consentendo alle persone di interagire con gli avatar di coloro che hanno perso un concetto tanto confortante per alcuni quanto controverso per altri, che sta scatenando un dibattito sui social media.

Cina, dialoghi con i propri defunti grazie all’intelligenza artificiale

L’uso dell’intelligenza artificiale per “resuscitare” i defunti ha visto un aumento di popolarità in tutta la Cina, con persone disposte a spendere tra i 700 e i 1.400 dollari per questi “bot fantasma”. Zhang Zewei è il fondatore di Super Brain, un’azienda di intelligenza artificiale fondata nel maggio 2023 nella provincia di Jiangsu, che crea avatar di base in grado di imitare il modo di pensare e di parlare del defunto da appena 30 secondi di materiale audiovisivo.

La tecnologia ha avuto particolare risonanza tra i genitori anziani che hanno perso i propri figli, offrendo loro una parvenza di conforto e di interazione. Comprendendo che ogni cliente ha esigenze e ricordi unici che desidera preservare, Zhang offre servizi di consulenza personalizzati insieme alle creazioni di intelligenza artificiale. Il suo team è in grado di clonare voci per chatbox, fornire ritratti digitali per funzioni vocali intelligenti e creare modelli umani digitali 3D.

Cina, dialoghi con i propri defunti grazie all'intelligenza artificiale
Cina: l’intelligenza artificiale fa risorgere i morti (mrinformatico.it)

Fin dalla sua nascita, Super Brain ha esteso il suo servizio tramite intelligenza artificiale a oltre 600 famiglie, con tariffe che vanno dai 5.000 ai 10.000 yuan. Il processo richiede ai clienti di condividere foto, video e registrazioni audio del defunto, con la qualità dell’avatar finale che migliora con la quantità di materiale fornito.

La reazione del pubblico a questo uso dell’intelligenza artificiale è stata mista, con alcuni utenti dei social media continentali che lo hanno definito “meraviglioso” e “terapeutico”. Tuttavia, altri si chiedono se questa tecnologia possa interferire con il naturale processo di elaborazione del lutto, rendendo potenzialmente più difficile per le persone andare avanti. Nonostante queste preoccupazioni, il fascino degli avatar IA risiede nella loro capacità di offrire una tregua temporanea dal dolore, consentendo alle persone di riconnettersi con i propri cari in uno spazio digitale.

Impostazioni privacy