Google Maps, come usare l’app anche se sei offline: il suggerimento prezioso

Fare uso di Google Maps anche senza che si disponga di internet è possibile, ed è molto facile. In che modo bisogna fare per avere la mappa che ci interessa.

Come usare Google Maps anche offline senza alcuna copertura internet
Google Maps (MrInformatico.it)

Google Maps rappresenta la prima scelta per milioni di persone in tutto il mondo quando si tratta di viaggiare senza conoscere la strada da intraprendere. Quella fornita dal gigante di Mountain View è la app di riferimento per indicare la via, anche se in principio ci furono i navigatori satellitari.

Quegli apparecchi costituiti da apposito software e hardware hanno poi lasciato il posto agli smartphone. Che hanno dalla loro il fatto di essere più pratici, più performanti e più piccoli di dimensioni. Inoltre il telefonino ce lo portiamo tutti quanti appresso, e con lo stesso è possibile fare di tutto.

Guardare film, ascoltare musica, lavorare…ed anche navigare, grazie a Google Maps. Ma quando non c’è copertura per quanto riguarda la connessione ad internet? Quest’ultima rappresenta una prerogativa vitale perché consente alla app di potere essere aggiornata e di potere fornire informazioni più recenti su di un percorso.

Anche essendo offline è possibile utilizzare Google Maps. E potere così navigare per andare in un posto dove non siamo mai stati, o per potere consultare quale sia il percorso più conveniente, più breve e meno trafficato. In che modo possiamo riuscirci? È molto facile.

Google Maps, come utilizzarlo senza copertura internet

Come usare Google Maps anche offline senza alcuna copertura internet
Google Maps logo (MrInformatico.it)

Potrebbe capitare di inoltrarsi in una zona in cui il territorio è caratterizzato da un segnale più debole, al punto anche da risultare assente. Semplicemente ci converrà scaricare la mappa che ci interessa, prima di cominciare il nostro tragitto.

Inseriamo l’indirizzo di destinazione nella apposita barra di ricerca per potere ottenere il risultato che stiamo cercando, ed aggiungiamo la dicitura “ok maps” dopo tale indirizzo. Così potremo fare in modo di consultare il percorso anche quando saremo offline in Google Maps. Ma c’è anche un altro modo.

Aprendo la app Google Maps – ovviamente sempre dopo avere attivato il segnale gps che serve almeno una volta – andiamo sulle impostazioni in alto, dove è riportata l’immagine del nostro profilo Google. Poi rechiamoci su Mappe offline.

In questa sezione potremo sia selezionare una mappa da scaricare che consultare quelle già scaricate in passato. Il tutto è molto facile e per l’appunto non richiede alcuna copertura. Basterà scaricarle solo una volta, con internet disponibile, poi le potremo consultare anche quando saremo del tutto offline.

Lo stesso Google Maps – che esiste dal 2005 –  può essere molto utile per trovare la nostra auto quando non ricordiamo dove l’abbiamo parcheggiata. E c’è anche una funzione utilissima da utilizzare se abbiamo un veicolo elettrico che possiamo impostare con la app. Senza dimenticare le funzioni segrete che è possibile sbloccare al suo interno.

Impostazioni privacy