WhatsApp affossa la concorrenza: la privacy sarà ancora più al sicuro di ora

Con l’aggiornamento più recente, WhatsApp dimostra ancora una volta il suo impegno nella protezione della privacy degli utenti.

Milioni di persone in giro per il mondo usano quotidianamente app di messaggistica istantanea come WhatsApp, Signal o Telegram. Questa app si sono guadagnate la fiducia di così tanti utenti perché promettono di tenere al sicuro i messaggi da hacker, spie e, negli ultimi anni, anche dagli stessi creatori dell’app. Ma come è possibile tutto ciò? La risposta risiede in una tecnologia conosciuta con il nome di “crittografia end-to-end”, un sistema di crittografia che permette la lettura dei messaggi solo al mittente e al destinatario.

whatsapp è dotato della crittografia end-to-end
L’ultimo aggiornamento di WhatsApp sottolinea ancora una volta la sicurezza dell’app – mrinformatico.it

WhatsApp, che nel panorama delle app di messaggistica istantanea è leader da ormai diversi anni, si è dotata di questo sistema di sicurezza sorprendentemente tardi rispetto alla concorrenza. Ora, però, ha deciso di premere sull’acceleratore e ha annunciato che la sua app vedrà l’introduzione di una nuova caratteristica, che permetterà agli utenti di essere ancora più certi del fatto che i loro messaggi sono al sicuro.

WhatsApp ci tiene a ricordare ai suoi utenti che sono al sicuro

La crittografia è un modo di proteggere i dati dall’accesso o dalla manipolazione non autorizzata. Funziona trasformando i dati in un codice segreto che solo il mittente e il destinatario possono decifrare. In generale, il termine crittografia è usato quando si parla della privacy dei dati memorizzati, mentre la crittografia end-to-end protegge i dati mentre vengono trasferiti da un luogo all’altro, il che è fondamentale ovunque ci sia uno scambio rapido di informazioni, come su WhatsApp.

whatsapp rende ancora più sicura la sua app
Ora WhatsApp ricorda all’inizio di ogni chat la presenza della crittografia end-to-end – mrinformatico.it

La versione beta per iOS (v24.1.10.70) ricorda all’utente la presenza della crittografia end-to-end non solo all’inizio di una chat (sia singola che di gruppo), ma anche nel banner che contiene il nome del contatto. In questo modo, gli utenti non dovranno scorrere all’inizio di una conversazione per essere sicuri che i messaggi siano criptati, ma potranno controllarlo semplicemente aprendo la chat.

La dicitura che ricorda la presenza della crittografia end-to-end è presente anche nella barra dello stato e degli aggiornamenti e nella schermata delle chiamate. Insomma, sembra che WhatsApp sia particolarmente attenta a ricordare ai suoi utenti la volontà di proteggere qualsiasi azione svolgano sulla sua piattaforma, backup inclusi.

Gli ultimi aggiornamenti vanno anche oltre il tema della sicurezza, introducendo anche elementi di personalizzazione estetica che migliorano l’esperienza utente. Gli utenti di WhatsApp per iOS, ad esempio, potranno presto scegliere tra diverse opzioni di colori per il tema dell’app, comprese nuance come verde, bianco, rosa, viola e blu.

Impostazioni privacy