Spotify, l’ultima novità è da capogiro: partita la sperimentazione, era il grande desiderio degli utenti

Anche Spotify continua a presentare grandissime novità per gli utenti: partita la sperimentazione per una speciale funzionalità.

Spotify sperimentazione partita
Il logo di Spotify, servizio musicale  – Mrinformatico.it

I nostri smartphone sono strumenti potentissimi capaci al giorno d’oggi di fare praticamente di tutto. La modernità è alquanto folle e i colossi presenti in tutto il mondo lanciano prodotti sul mercato praticamente ogni mese. I cellulari sono ormai alleati fidati dell’uomo: secondo i dati, trascorriamo in media 6 ore al giorno con i device tra le mani. Nell’ultimo periodo sono nati anche nuovi lavori alquanto sorprendenti: tantissime persone, ad esempio, hanno iniziato a lavorare da influencer svelando dettagli della propria vita privata e facendo tantissimi video nell’arco delle 24 ore.

Per migliorare le funzionalità dei nostri telefonini, è impossibile non parlare delle applicazioni. Google, ad esempio, mette a disposizione degli utenti il PlayStore in cui è possibile trovare un’infinità di prodotti diversi, creati da vari sviluppatori. Nella lista delle App migliori c’è sicuramente anche Spotify. Tale strumento è un servizio di riproduzione digitale di musica. Sono presenti brani e contenuti di autori di tutto il mondo. Come per la stragrande maggioranza dei servizi web, anche per Spotify stanno arrivando grandissime novità. L’ultima in ordine temporale ha già scosso tutti: vediamo insieme di cosa si tratta.

Spotify, l’ultima novità è da capogiro: partita la sperimentazione

Spotify sperimentazione partita
Spotify in uso su un recente cellulare – Mrinformatico.it

Anche Spotify, per restare al passo con i tempi, sta cercando di migliorare l’applicazione e di integrare servizi innovativi per attirare sempre più clienti e per dare grandi gioie ai vecchi fruitori. Stando a quanto si apprende, il servizio di streaming musicale ha inserito una funzione “beta” che include alcune sperimentazioni. Soltanto gli abbonati premium, va detto, potranno mettere le mani su questa novità assoluta. La funzione è presente sia su iOs che Android, ma anche per PC e tablet. Gli abbonati, in pratica, potranno cliccare l’opzione “Passa al video”: per alcuni singoli supportati, apparirà anche il videoclip.

Per chi vuole ritornare indietro, può tranquillamente cliccare sull’opzione “Passa all’audio”. Rispetto a YouTube, il video musicale non avrà pubblicità. Gli utenti potranno ammirare un video anche a schermo intero, scegliendo infatti la modalità panoramica. In questi anni, Spotify aveva aggiunto due grandissime funzioni: in Clip, i cantanti e le band potevano comunicare qualcosa ai propri fan mentre con Canvas c’era un’immagine a ciclo continuo di circa 7-8 secondi con cui gli utenti non avevano un semplice schermo vuoto.

Impostazioni privacy