Se hai questa App rischi 5000 euro di multa: corri a controllare, sale la paura per gli utenti

Si fa sempre più concreta la lotta all’IPTV ed al “pezzotto” in Italia arrivano sanzioni molto salate per chi ne fa uso

Lotta pirateria pezzotto multa 5000 euro
IPTV-(Mr.Informatico.it)

 

L’Italia purtroppo rientra tra i paesi europei che maggiormente sfrutta il cosiddetto “pezzotto” ovvero la possibilità attraverso l’utilizzo di decoder truccati che permettono di vedere gratuitamente (ma in maniera illegale) gran parte degli eventi sportivi coperti da diritti e solitamente trasmessi da piattaforme a pagamento.

La Figc da qualche anno combatte il problema della pirateria che causa parecchi problemi anche ai canali ufficiali che hanno il diritto di trasmettere tutte le manifestazioni sportive previste.

I prezzi sono molto bassi e permettono ad una gran parte della popolazione di poter installare queste applicazioni illegali. Ma la Guardia di Finanza in collaborazione con il Governo ora cerca di scovare chi sono coloro che ne fanno uso.

Attivazione del Piracy Shield

Lotta pirateria pezzotto multa 5000 euro
Sistema di pirateria-(Mr.Informatico.it)

 

La pirateria da anni ormai è un problema per lo Stato Italiano, i trasgressori attraverso queste applicazioni illegali non pagano ciò che devono durante partite di calcio o film su canali ad abbonamento.

L’AGCOM scende in campo per cancellare definitivamente questo problema attraverso l’attivazione del Piracy Shield ovvero una piattaforma capace di scovare in tutta la penisola chi utilizza illegalmente immagini nata per interrompere lo streaming illecito di partite di calcio e altri eventi sportivi.

Il Piracy Shield ha la capacità di oscurare in un arco di tempo di 30 minuti le immagini illegali provenienti dalla pirateria di decoder o firestick in cui sono installate applicazioni che diffondono immagini illegali.

Al momento sono state già cancellate circa 529 applicazioni e la lotta non si fermerà di certo qui.

Multa da 5.000 euro

Il commissario dell’AGCOM Massimiliano Capitanio ha sottolineato attraverso un comunicato ufficiale la volontà di trovare chi utilizza queste piattaforme illegali e minaccia sanzioni molto salate che possono arrivare ad una cifra di 5.000 euro nei confronti degli utenti che utilizzano questi sistemi di pirateria.

In poco tempo a breve, arriveranno sanzioni da 150 a 5.000 euro, e questo, come per tutte le multe, è un passaggio che si vorrebbe evitare ma che si è reso necessario, anche perché chi fa business illegalmente sta facendo credere agli ignari utenti che non succederà nulla”

Sono inoltre tante le richieste per scovare soprattutto chi riesce a creare questi siti illeciti ed a scendere in campo sono la Figc ed anche l’Uefa che rischia di avere un crollo economico soprattutto per quanto riguarda i match di Champions League.

Inoltre anche il Senato ha approvato all’unanimità la nuova legge contro la diffusione illecita di contenuti tutelati dal diritto d’autore per cancellare definitivamente coloro che diffondono in maniera illecita immagini che vanno dallo sport al cinema.

Impostazioni privacy