Samsung Galaxy Note 7, rischio esplosione: disposto il richiamo di un altro milione

Disposto il richiamo di un altro milione di Galaxy Note 7 a causa delle batterie difettose per rischio esplosione. Stati Uniti primo paese ad imporre un richiamo ufficiale del modello dopo la Corea del Sud

Samsung Galaxy Note 7, rischio esplosione: disposto il richiamo di un altro milione

La CPSC degli Stati Uniti d’America (The United States Consumer Product Safety Commission) ha imposto la misura del richiamo di un milione di smartphone Samsung Galaxy Note 7, acquistati prima del 15 settembre 2016. Il motivo del richiamo è da attribuire al rischio esplosione per un difetto nelle batterie. Gli Usa sono il primo paese ad imporre un richiamo ufficiale del modello dopo la Corea del Sud. La commissione americana per la protezione dei consumatori ha fatto sapere che sono in tutto 92 gli episodi registrati ad oggi in america.

Il commento dello Sportello dei Diritti

“Preoccupazione intanto tra i passeggeri dei voli dopo che la Federal Aviation Administration degli Stati Uniti d’America (FAA)”, osserva Giovanni D’Agata, presidente dello ‘Sportello dei Diritti’. “Ha emesso il divieto di utilizzo dei telefoni sugli aerei, a non caricarlo in volo e a non conservarlo in un bagaglio da stiva”.

Cosa fare durante un volo

Il dispositivo deve essere spento completamente e scollegato da qualsiasi fonte di alimentazione durante un volo. Il motivo è sempre uguale: il rischio esplosione. A bordo di un volo le conseguenze di una esplosione potrebbero sicuramente essere ben più drammatiche.