PC Amazon venduti con virus già installati: scoppia la bufera per gli utenti

Amazon vendeva dei PC con dei virus installati: è una tragedia per tutti. Ma come è potuto accadere di preciso?

Quando abbiamo bisogno di comprare un computer guardiamo un po’ dappertutto. Risparmiare in questo caso è importante dato che hanno un certo costo. Amazon è una delle prime piattaforme dove è possibile acquistare di tutto. Infatti vengono proposti degli ottimi dispositivi ad un prezzo vantaggioso. Tuttavia non pare che sia il momento migliore per acquistarli: potrebbero essere stati infettati da malware.

Amazon vende pc infettati da virus
PC Amazon infetti: che cosa è successo? – mrinformatico.it

Noi sappiamo che uno dei brand migliori è ACEMAGIC. Si tratta di un marchio che vende mini PC con dimensioni compatte e caratterizzate da un comparto hardware notevole. Inoltre i prezzi sono accessibili e non c’è nulla di esagerato. Fino a questo momento sembrava che stesse facendo successo. Il problema è che una recente indagine ha portato alla luce una realtà spaventosa. Sono stati scovati degli spyware in questi computer.

Malware dentro i PC di Amazon, la notizia terrorizza gli utenti: come è accaduto?

The Net Guy Reviews è lo YouTuber che ha scoperto il problema. Con un video pubblicato sulla nota piattaforma, ha mostrato a tutti quanti cosa contengono questi computer. Dopo il download degli update e la configurazione, sembra che Microsoft Defender rilevi qualcosa di anomalo. Difatti vengono mostrati avvisi di sicurezza per quanto riguarda due componenti dannosi. Parliamo di Bladabindi e Redline, degli eseguibili ENDEV.exce e EDIDEV.exe.

Amazon vende pc infettati da virus
Ecco perché i computer di Amazon erano infetti – mrinformatico.it

Per cercare più informazioni l’autore del video ha avviato una rigida ricerca. Così facendo ha scoperto una recensione Amazon rimossa che parlava di questi spyware. Un’altra ancora mostrava un codice maligno nel modello AD15. E una terza di un trojan situato nel modello S1. I malware sono stati sviluppati per rubare password, wallet di criptovalute, documenti e ogni tipo di dato sensibile recuperabile.

La società, contattata dallo YouTuber, ha risposto subito. Non ha nascosto il problema ed ha detto che i precedenti prodotti avevano questi malware. Con il tempo li hanno rimossi ed ora sembra che sia tornato tutto alla normalità. Non è dato sapere se gli utenti siano stati rimborsati o meno. Alla luce di queste informazioni suggeriamo di avviare una analisi approfondita sul proprio computer. Specie se è stato acquistato di recente su un sito Internet. A volte può capitare che vengano venduti dei prodotti tech non controllati.

Impostazioni privacy