Password e sicurezza, come scegliere quella giusta: errori da evitare e cosa tenere a mente

Scegliere una password sicura è il primo passo per tenere al sicuro i propri dati, in un contesto di crescenti minacce informatiche.

Scegliere la password perfetta significa trovare un equilibrio tra due priorità contrastanti: creare codici che siano lunghi e unici e al tempo stesso abbastanza facili da ricordare. Con l’aumento degli strumenti a disposizione dei criminali informatici, una solida strategia di creazione delle password sta diventando ogni giorno più essenziale.

come creare password sicure
Creare password sicure può essere più complesso di quanto si pensi – mrinformatico.it

Yta l’altro, oggi non è più necessario ricordare decine di password diverse perché possono tutte essere conservate in modo sicuro grazie ai gestori di password dei principali browser web. Questi strumenti hanno comunque bisogno di una password principale che sblocca le altre password memorizzate al suo interno. Anche in questo caso, quindi, deve essere una buona.

Una password sicura è l’unico modo per tenere al sicuro i propri dati

Il primo requisito di una password sicura è la lunghezza. Anche se non si rispettano tutti gli altri accorgimenti, una password lunga è naturalmente più difficile da scoprire rispetto a una corta. Quanto al suo contenuto, gli esperti sconsigliano di inserire frasi o parole reali, a maggior ragione se in qualche modo sono connesse alla vita dell’utente.

Gli hacker hanno sviluppato tecniche avanzate in grado di utilizzare i nostri dati in giro per il web per provare a indovinare le password. Nome del gatto, date di nascita e sport preferiti non dovrebbero quindi mai comparire nelle nostre password.

come fa una password a essere sicura
Anche la conservazione delle password richiede una certa attenzione – mrinformatico.it

Una password efficace contiene tutti i tipi di caratteri esistenti: lettere maiuscole e minuscole, numeri, simboli e caratteri speciali. In genere, i vari siti web su cui creiamo account specificano i requisiti che le password sui loro portali dovrebbero avere. Se invece si preferisce utilizzare parole reali perché si ricordano meglio, alcuni esperti consigliano di combinare lingue diverse in un’unica frase, perché in questo modo è più difficile per gli algoritmi degli hacker scoprirle.

Un’altra raccomandazione, anche se è ampiamente conosciuta, riguarda l’unicità della password: utilizzare lo stesso codice su due servizi diversi è il modo migliore per aprire la strada agli hacker, che in un colpo solo avranno la possibilità di fare una vera e propria scorpacciata dei nostri dati.

Infine, qualche accorgimento sui metodi di conservazione. Come già detto, i gestori di password dei browser sono il modo migliore, ma molti utenti continuano a utilizzare i cari vecchi fogli di carta per segnare le proprie password. Anche questa pratica è fortemente criticata dagli esperti di sicurezza, perché basta che un criminale si introduca in casa nostra o un collega poco corretto trovi i fogli nel nostro cassetto e avranno accesso completo a tutti i nostri account.

Impostazioni privacy