Non solo le IA, nel 2024 anche i robot ti ruberanno il lavoro: è già successo poche ore fa

Nel 2024, non sarà solo l’Intelligenza Artificiale a sfidare il tradizionale concetto di lavoro: arrivano anche i robot umanoidi.

Il 2023 appena concluso è stato un anno che l’umanità ricorderà sicuramente nel futuro. L’arrivo dell’Intelligenza Artificiale ha cominciato a mostrarci uno scorcio di quello che sarà il futuro e molti analisti hanno lanciato allarmi decisamente preoccupanti sulla stabilità della nostra società. Uno dei problemi principali sarà la possibilità per queste nuove tecnologie di rimpiazzare molte figure professionali al giorno d’oggi indispensabili, in un panorama che potrebbe quindi vedere milioni di persone senza più un’occupazione.

arrivano i robot magazzinieri
Quest’anno i robot faranno il loro ingresso nel mondo del lavoro – mrinformatico.it

Il 2024 sarà un anno cruciale per capire come il settore tecnologico continuerà la sua evoluzione, soprattutto se si considera che oltre all’IA anche un altra minaccia si presenta all’orizzonte: i robot umanoidi. Una recente notizia ha dimostrato che questa non è più solo una prospettiva futuristica, ma una realtà concreta: un’azienda americana ha già pronte decine di robot progettati per svolgere le stesse funzioni di molti lavoratori.

Non solo l’IA: anche i robot minacciano il nostro lavoro

Questo episodio segna una svolta nel panorama lavorativo e tecnologico. Per anni, i robot sono stati percepiti come strumenti utili ma limitati a compiti specifici e ripetitivi. Recentemente, però, l’azienda Agility Robotics ha presentato il suo ultimo progetto, i robot umanoidi “Digit”, che hanno subito dimostrato come le capacità di questi robot stanno diventando sempre più sofisticate e versatili.

Con una statura e una forma simili a quelle umane, “Digit” è in grado di eseguire una varietà di compiti, dallo spostamento di oggetti nei magazzini alla navigazione in spazi complessi. Questa versatilità lo rende ideale per operare in ambienti lavorativi come i magazzini, dove può svolgere compiti ripetitivi e fisicamente impegnativi.

arrivano i robot magazzinieri
I robot magazzinieri sembrano in grado di sostituire gli umani in molti compiti – mrinformatico.it

L’impiego di Digit e di robot simili solleva questioni importanti riguardo al futuro del lavoro. Da un lato, l’automazione può portare a un aumento dell’efficienza e della sicurezza sul lavoro, liberando i lavoratori umani da compiti noiosi e pericolosi. D’altro canto, c’è la forte preoccupazione che i robot possano sostituire i lavoratori umani in un numero sempre maggiore di settori, con un impatto significativo sull’occupazione.

Questa situazione evidenzia la necessità di un’adeguata pianificazione e formazione professionale. Le competenze richieste nel mercato del lavoro stanno cambiando rapidamente, e i lavoratori devono essere preparati per affrontare queste nuove sfide. Questa situazione fa riflettere anche sulla necessità che i sistemi educativi e di formazione professionale siano sempre aggiornati per fornire le competenze necessarie per lavorare in un ambiente sempre più automatizzato.

I robot umanoidi tornano quindi a sollevare una questione già ampiamente dibattuta nei mesi scorsi. Se è vero che i lavoratori devono essere pronti ad aggiornare le proprie competenze, è ancor più importante che le aziende e le istituzioni lavorino insieme per assicurarsi che l’automazione porti benefici a tutta la società, e non solo a una ristretta élite tecnologica.

Impostazioni privacy