Netflix, contenuti scaricabili ma con dei limiti: visionabili solo per 48 ore

Il sito di streaming video che ha fatto tanto successo nell’ultimo anno è diventato offline. I contenuti con marchio Netflix potranno anche essere scaricabili, ma visibili solo da un dispositivo. Limiti anche nei dati scaricabili e durante i viaggi all’estero

Netflix, contenuti scaricabili ma con dei limiti: visionabili solo per 48 ore

L’attesa di tutti gli appassionati di serie TV e film è finalmente finita. Netflix, il sito web di streaming più utilizzato nell’ultimo anno per visionare film, serie TV e documentari online, è diventato offline. Non solo: le serie TV e molti film sono diventati scaricabili: quindi da poter visionare su PC, smartphone o Tablet in viaggio in aereo, in treno, nella metro e anche in sala d’attesa. Tuttavia, l’affitto digitale, è valido solo per una parte del catalogo: saranno disponibili solo le serie TV prodotte dalla stessa azienda, escluse anche quelle realizzate con la Marvel, limite che potrebbe essere prosciolto nel corso dei prossimi mesi. Un altro semi-limite riguarda la disponibilità del download: alcuni dei titoli infatti potranno essere tenuti per una settimana, altri per massimo 48 ore.

Per quanto riguarda la velocità di dati scaricabili offline, vi è un altro limite: nel caso in cui si scelga la massima risoluzione, se ne potranno conservare meno. Per il sistema operativo iOs, inoltre, l’unica risoluzione disponibile è quella standard, sebbene Netflix abbia già assicurato di risolvere.

Disponibile solo su un dispositivo

In più i file scaricati su un dispositivo, saranno disponibili solo su quel dispositivo, senza possibilità di trasferirlo su da PC a Tablet o viceversa. Nel caso occorra visionarlo su altri dispositivi, bisognerà rifare il download. Altra pecca arriva quando si va all’estero: difatti, in alcuni Paesi, il catalogo di streaming disponibile è differente. Collegandosi al wi-fi della zona, i titoli scaricati sparirebbero dalla scheda “my download”. Nel frattempo, altri rivali dell’azienda, si stanno rivelando per “scalzare” il sito web.

Difatti, proprio perché la novità era già stata portata a conoscenza qualche mese fa dallo stesso fondatore Reed Hastings, anche la compagnia satellitare italiana Sky, ha anticipato lo scorso 12 ottobre il lancio di Sky Go plus, che rende visibili alcuni contenuti per i possessori del satellite a smartphone e Tablet, sebbene a pagamento. Stesso discorso vale per la società di Amazon con il suo “Amazon Prime Video” in Italia, che potrebbe esordire proprio nelle prossime settimane. Il tutto sarà un nuovo tassello per quella TV on demand online che è già sviluppata alla grande nell’ultimo anno dalla stessa Netflix.

Iscriviti Gratis alla Newsletter di Mr. Informatico

Riceverai gratuitamente news, consigli e contenuti esclusivi via email. Inserisci la tua e-mail migliore e clicca su conferma.
Email

LASCIA UN COMMENTO

Rispondi