Mark Zuckerberg, spunta un retroscena agghiacciante: pronto a lasciare tutto

Secondo alcuni giornalisti d’inchiesta, l’imprenditore starebbe sviluppando in gran segreto un progetto per ritirarsi definitivamente.

Mark Zuckerberg è una delle persone più ricche del mondo. La fortuna del fondatore e CEO di Meta ha superato i 100 miliardi di dollari lo scorso anno, ma il noto imprenditore non è una personalità che ama particolarmente ostentare le sue ricchezze. Non si fa vedere spesso a eventi di gala, non sfoggia abiti o veicoli particolarmente costosi (a parte qualche rara eccezione) e sembra invece dedito a una vita piuttosto frugale. Recentemente, ad esempio, ha fatto sapere di essersi appassionato all’allevamento di bestiame nel suo ranch nelle Hawaii.

zuckerberg sta progettando di ritirarsi
Il CEO di Meta starebbe portando avanti un progetto in gran segreto – Screenshot IG @zuck – mrinformatico.it

Dietro questa sua passione, però, sembra nascondersi un piano ben preciso e decisamente più inquietante. Tutto inizia nel 2014, quando Zuckerberg decide di espandere il suo portafoglio immobiliare e spendere ben 100 milioni di dollari per acquistare due proprietà sull’isola di Kaua”i, una delle più piccole e meno turistiche dell’arcipelago. Da quel momento, però, non si sono più avute molte notizie di quello che l’imprenditore fa al suo interno e la zona sembra essere difficilmente accessibile a chiunque, se non agli addetti ai lavori.

L’inquietante piano del CEO di Meta comincia a prendere forma

Il giornalista Guthrie Scrimgeour, in un recente reportage per il portale Wired, ha svelato quelli che sembrano essere i piani per il futuro di Zuckerberg. L’imprenditore sta infatti portando avanti un’imponente opera ingegneristica da usare quando sarà costretto a ritrarsi dalle scene. E non dalla vecchiaia, ma dalla possibile fine della società civile.

zuckerberg sta costruendo un bunker segreto
Il progetto segreto di Zuckerberg, una volta rivelato, è stato molto criticato dall’opinione pubblica – Screenshot IG @zuck – mrinformatico.it

Quello che Zuckerberg starebbe costruendo all’interno delle sue proprietà nelle Hawaii è infatti un gigantesco complesso di 1.400 acri di ville, case sugli alberi e tunnel. La parte più interessante del progetto, però, è la presenza di un bunker sotterraneo di 5.000 metri quadrati con rifornimenti di energia e cibo e una porta resistente alle esplosioni. Il progetto, secondo quanto riportato nel reportage, avrebbe un costo da 270 milioni di dollari ed è in costruzione in gran segreto da ormai molti anni.

Sempre secondo il reportage di Scrimgeour, le varie professionalità impiegate, dagli ingegneri ai muratori, hanno firmato un rigido accordo di riservatezza che impedisce loro di parlare a chiunque del progetto di Zuckerberg. Si dice addirittura che qualcuno sia stato licenziato in tronco per non aver tenuto fede alla parola data.

L’opinione pubblica, una volta a conoscenza delle intenzioni dell’imprenditore, ha subito fatto sentire la sua voce. Il CEO di Meta è stato inondato dalle critiche e accusato di avere poca sensibilità e rispetto nei confronti del resto dell’umanità. In effetti, la costruzione segreta di un bunker contro l’apocalisse sembra una mossa piuttosto egoista, soprattutto da parte di chi passa la propria vita a parlare di beneficienza e uguaglianza.

Impostazioni privacy