Mac, 5 problemi che possono bloccare l’avvio: la soluzione alla portata di tutti

Un Mac che non si avvia non è necessariamente un disastro: con un po’ di pazienza e le giuste tecniche si possono fare miracoli.

I Mac sono strumenti estremamente potenti e anche piuttosto resistenti, ma come ogni altro dispositivo tecnologico possono essere vittime di malfunzionamenti più o meno generalizzati. Alzarsi la mattina per poi scoprire che il Mac ha smesso di funzionare può essere vissuta da molti come una tragedia, soprattutto se si considerano il tempo e i soldi che si dovranno impiegare per la riparazione. Prima di rivolgersi all’assistenza, però, ci sono alcune azioni che potrebbero fornire soluzioni più immediate e alla portata di tutti.

cosa fare se il mac non si accende
Con un po’ di pazienza e alcuni passaggi semplici, I problemi del Mac si possono spesso risolvere autonomamente – mrinformatico.it

Oltre ad alcune semplici e comuni tecniche di troubleshooting, Apple ha infatti dotato i suoi dispositivi di processi specifici per provare a capire quale sia la natura del problema e per evitare di dover portare il Mac sempre e comunque presso un centro specializzato.

Un Mac che non si avvia non deve necessariamente essere portato in assistenza

Prima di tutto, è fondamentale assicurarsi che il Mac sia effettivamente in grado di essere alimentato. Un cavo di alimentazione difettoso o una presa danneggiata possono sembrare problemi banali, ma sono tra le cause più comuni di un Mac che non si accende. Come primo passo, quindi si consiglia di provare a usare un cavo diverso o a collegare il  Mac a una presa diversa per escludere questa possibilità.

Se il Mac continua a non dare segni di vita, un ciclo di alimentazione potrebbe essere la soluzione. Per avviare questo processo bisogna tenere premuto il tasto di accensione per dieci secondi così da forzare il riavvio. Se si possiede un Mac desktop, è bene scollegare il cavo di alimentazione per almeno dieci secondi prima di ricollegarlo. Questa semplice azione può risolvere problemi di avvio apparentemente gravi.

come risolvere un mac che non si accende
La manutenzione regolare è la chiave per prevenire gli inconvenienti nel Mac – mrinformatico.it

In alcuni casi, il Mac si accende, ma l’utente non riesce comunque a visualizzare nulla sullo schermo. In questo caso, il problema potrebbe essere legato al display, piuttosto che alla batteria. Se possibile, si dovrebbe quindi provare a collegare un altro display per escludere un guasto hardware del monitor.

Se il Mac si avvia ma dà chiari segnali di problemi, la Modalità Sicura è una potente opzione di diagnosi. Avviare il dispositivo nella cosiddetta modalità “Safe Boot” limita i processi all’avvio e può aiutare a isolare il problema. Su un Mac con chip Intel, avvia tenendo premuto il tasto Shift. Per i Mac con chip M1 o M2, bisogna invece tenere premuto il pulsante di accensione fino a quando non si vedono le opzioni di avvio sullo schermo. Se si riesce ad avviare il Mac in Safe Mode, questo significa che potrebbero esserci problemi con gli elementi di avvio o con i software recentemente installati.

Infine, se i problemi persistono, l’opzione più drastica è quella che consiste nel reimpostare il PRAM o il NVRAM. Il PRAM (su Mac più vecchi) o NVRAM (su Mac più recenti) memorizza impostazioni importanti come la risoluzione dello schermo e le impostazioni del volume. Reimpostarli può risolvere diversi problemi di avvio. Su un Mac con chip Intel, riavvia tenendo premuti i tasti Command, Option, P e R. Per i Mac con chip M1 o M2, la reimpostazione del NVRAM può richiedere passaggi aggiuntivi che coinvolgono l’uso del Terminal.

Impostazioni privacy