L’installazione delle telecamere si può detrarre e ottenere un rimborso nel 730? I chiarimenti dell’AdE

Con l’installazione delle telecamere si può detrarre l’IRPEF e ottenere un rimborso nel 730? Ecco i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate.

Sempre più persone stanno decidendo negli ultimi tempi di installare una o più telecamere di videosorveglianza in casa. In particolare quando si ha un’abitazione particolarmente ampia o con tanti spazi esterni, difficili da tenere sempre sott’occhio. Ci sono tantissimi modelli disponibili sul mercato, che offrono le prestazioni più disparate. Dalla qualità massima agli avvisi tramite app in caso di movimenti sospetti, passando per il controllo da remoto e via dicendo.

Cosa dice l'Agenzia delle Entrate sulla detrazione IRPEF per le telecamere in casa
Telecamere di videosorveglianza in casa, c’è la detrazione dell’IRPEF? – mrinformatico.it

Una delle domande che più spesso si pongono i cittadini è se esiste la possibilità di detrarre i costi di installazione e ottenere così un rimborso nel 730. Per sciogliere ogni dubbio, l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti esaustivi all’interno di una pagina dedicata del proprio sito web. Ecco che cosa viene detto, così sarete sempre sicuri di ciò che state facendo già a partire dal momento dell’acquisto di un sistema di videosorveglianza.

Detrazione IRPEF per le telecamere di sicurezza: cosa dice l’AdE

Se per motivi di sicurezza personale avete pensato di installare delle telecamere di sicurezza in casa vostra, allora dovete sapere che ci sono alcuni elementi fiscali che giocheranno a vostro favore. Ne ha parlato l’Agenzia delle Entrate, che ha voluto fornire chiarimenti extra in merito a quelle che sono le spese detraibili a livello di IRPEF e quali sono i rimborsi previsti nel 730.

In quali casi si può detrarre l'IRPEF per l'installazione di telecamere in casa
Telecamere di sicurezza in casa, quando è possibile detrarre l’IRPEF – mrinformatico.it

Come spiegato dall’art. 16-bis, comma 1, l’installazione di fotocamere o cineprese collegate con i centri di vigilanza privati rientra di diritto tra gli interventi per i quali si può richiedere la detrazione dall’IRPEF del 50% delle spese di recupero del patrimonio edilizio. E soprattutto, dei lavori che hanno come obiettivo finale la prevenzione del rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi.

L’unico aspetto di cui dovete tenere conto è che, come spiegato nella circolare n.13/2001, la detrazione può venire applicata esclusivamente per le spese che sono state sostenute per realizzare gli interventi sugli immobili. Non c’è dunque alcun rimborso per gli importi pagati all’istituto di vigilanza. Dunque un vantaggio molto importante e al quale dovreste fare affidamento se avete deciso ufficialmente di procedere con l’acquisto e l’implementazione di un sistema di videosorveglianza in casa. Così sarete sicuri di avere tutto sempre sotto controllo e soprattutto di spendere meno rispetto a quanto avevate inizialmente ipotizzato.

Impostazioni privacy