I deep fake preoccupano in vista dell’elezioni Europee: così Meta interverrà sulle notizie false

Meta ha recentemente sottoscritto l’accordo per contrastare la diffusioni delle cosiddette ‘deep face’, in vista dell’elezioni europee.

L’intelligenza artificiale, generata in questi anni per sviluppare tecnologie sempre più innovative, ad oggi rende complessa la differenza tra realtà e finzione. Il tutto sembra avere un sapore molto fantasy, se questo non fosse che a rischio sono gli stessi cittadini, plagiati da contenuti surreali che distorcono il pensiero. In questo caso l’allarme avviene in procinto delle elezioni europee, dove possono essere prodotti numerosi annunci elettorali con immagini false generate al computer incredibilmente realistiche in grado di rappresentare in maniera negativa gli avversari.

deep fake
I provvedimenti di Meta contro il fenomeno delle false informazioni in vista delle elezioni europee – (mrinformatico.it)

L’introduzione dell’intelligenza artificiale, infatti, pare abbia fornito agli esponenti politici e a fanatici, mezzi per produrre deep fake, ovvero immagini generate al computer incredibilmente realistiche, influenzando le convinzioni degli ignari elettori. L’utilizzo dell’AI in politica si basa sulla narrazione attraverso immagini, cercando di ancorare idee nella mente del pubblico. La diffusione di false informazioni purtroppo, è più facile da accettare e difficile da correggere rispetto alla verità.

A tal proposito, Meta ha sottoscritto un accordo per contrastare la diffusione di deep fake e ha fornito dettagli sulle misure che verranno implementate per bloccare interferenze esterne sulle prossime elezioni europee. Alla luce di ciò, a cambiare sarà la modalità in cui verranno diffusi, nonché una più accurata esamina degli stessi i contenuti.

Meta: le protezioni contro le new generate dall’IA in vista delle elezioni europee

Come accennato, l’azienda ha attivato un team dedicato per preservare l’integrità della ‘preparazione’ alle elezioni sulle sue piattaforme. Sarà attivato anche un Elections Operations Center specifico per l’Europa per identificare e affrontare pericoli in tempo reale. Gli obiettivi includono la riduzione della disinformazione su Facebook, Instagram e Threads, con l’aiuto di 26 organizzazioni di fact-checking. Saranno aggiunte etichette specifiche ai contenuti e limitata la loro visibilità nei feed. Le inserzioni che dissuadono il voto, mettono in discussione la legittimità dell’elezione e rivendicano anticipatamente una vittoria elettorale saranno vietate.

Deep fake allarme elezioni
Deep fake: il nuovo fenomeno della falsa informazione – (mrinformatico.it)

Meta affronterà anche le operazioni di influenza, identificando comportamenti inateuntici coordinati che cercano di manipolare l’opinione pubblica. Etichette specifiche saranno aggiunte ai contenuti pubblicati dai media controllati dai governi. Una particolare attenzione, ovviamente, sarà riservata ai contenuti generati dall’intelligenza artificiale. I deep fake (audio, video e immagini, ecc.) verranno etichettati come ‘alterati’ e ridotta la loro visibilità nel feed. Le immagini fotorealistiche create con tool IA verranno indicate chiaramente e in maniera ben distinguibile.

Gli utenti che condividono audio e video generati dall’IA dovranno aggiungere un’etichetta per evitare sanzioni, così come gli inserzionisti che utilizzano l’IA generativa per contenuti politici. Si spera che queste nuove modalità risolveranno una questione che, a lungo andare, potrebbe generare solamente scompiglio.

Impostazioni privacy