Hanno appena venduto i tuoi post, disegni e pensieri alle IA ma tu non vedrai neanche un euro: le cifre

La comunità online si trova a riflettere sui modi in cui le aziende che sviluppano le IA sfruttano i contenuti creati online.

Immaginate di aver trascorso anni a condividere idee, creare contenuti e partecipare a discussioni online. Ora, immaginate che tutte queste attività, dai post sui social media ai disegni digitali, diventino improvvisamente la linfa vitale per l’addestramento di sistemi di Intelligenza Artificiale avanzati. Per quanto possa sembrare un racconto di fantascienza, queste notizie sono pure realtà e sono il frutto di una recente mossa strategica nel settore tecnologico, dove i giganti del web si contendono il primato nell’innovazione dell’IA.

i contenuti degli utenti vengono usati per addestrare le intelligenze artificiali
Grazie a un accordo tra due grandi aziende, i contenuti degli utenti vengono usati a loro insaputa per addestrare le IA – mrinformatico.it

È recentemente emersa in rete la notizia secondo cui Google, con un accordo da oltre 60 milioni di dollari l’anno, ha acquisito i diritti per utilizzare l’immenso catalogo di contenuti generati dagli utenti di Reddit. Questa partnership permetterà al colosso americano di addestrare i suoi modelli di IA su una gamma senza precedenti di conversazioni umane, opinioni, grafiche e molto altro. Mentre le grandi aziende tech si avvalgono di questa miniera d’oro di dati, però, gli autori originali di tali contenuti non riceveranno alcuna compensazione monetaria.

Sfruttamento autorizzato o furto di idee? Il confine è sempre più sfumato

La decisione ha sollevato una serie di interrogativi etici e finanziari. Per anni, gli utenti hanno arricchito le piattaforme digitali con contenuti autentici, spesso senza pretendere nulla in cambio se non la possibilità di connettersi con altri. Ora, scoprire che il frutto del proprio ingegno contribuirà a rafforzare le capacità delle IA, senza un ritorno economico diretto, potrebbe essere accolta negativamente da molti creatori.

google addestra l'intelligenza artificiale con i post degli utenti
Gli utenti non avranno diretto controllo su quello che pubblicano online – mrinformatico.it

Tutta questa vicenda è iniziata nel momento in cui Reddit ha annunciato di voler iniziare a far pagare l’utilizzo della sua API, una mossa che ha portato alla chiusura di molti client di terze parti e a una protesta generalizzata. Reddit ha giustificato la decisione come necessaria per controbilanciare l’uso non autorizzato dei suoi dati da parte di grandi aziende di IA. Eppure, l’accordo con Google sembra contraddire questa versione, dando al gigante della tecnologia un accesso “efficiente e strutturato” ai dati di Reddit, senza apparentemente modificare i termini di accesso per altri sviluppatori o per usi non commerciali.

Le implicazioni a lungo termine di questo accordo rimangono da vedere, ma è chiaro che il mondo digitale sta diventando sempre più un campo da gioco dominato da pochi attori molto potenti, che non si preoccupano di rispettare i dati e i diritti dei singoli individui che contribuiscono al loro successo. Le questioni riguardanti la proprietà dei dati, i diritti degli autori e la trasparenza degli accordi commerciali dovranno necessariamente diventare centrali in questo scenario in evoluzione.

Impostazioni privacy