Google Drive, il trucco per liberare velocemente spazio: tutti lo stavano aspettando

Il nostro pc facilmente può riempirsi di tanti file che impediscono di farlo funzionare correttamente. Ma ci sono dei metodi per liberarlo

Google Drive memoria spazio metodi
Google Drive-(MrInformatico.it)

 

Sono sempre tante le preoccupazioni quando il nostro pc improvvisamente può subire rallentamenti, le applicazioni non funzionano come dovrebbero e sale l’ansia che il computer stia subendo danni.

Il primo pensiero è quello di comprarne uno nuovo, più moderno con dimensioni di memoria maggiori per poter conservare file, immagini, documenti, musica a video.

Ma non sempre c’è bisogno di ricorrere ad acquisti anche costosi. Ci sono sempre delle tecniche da seguire con attenzione per liberare come si deve lo spazio e velocizzare il nostro caro computer.

Liberare Google Drive

Google Drive memoria spazio metodi
App Google Drive–(MrInformatico.it)

 

Quando si lavora o si studia attraverso il proprio pc si tende a creare spesso delle nuove cartelle, aprire nuovi fogli Excel o Word che possono prendere tanto spazio all’interno della memoria.

Di solito il Google Drive è un mezzo per poter salvare i file di qualsiasi tipo con qualunque dispositivo si lavora. Ma attenzione il Google Drive ha un limite ben preciso della sua memoria, può contenere infatti 15 GB di spazio totalmente gratuita.

Lo spazio si riempie anche quando si effettua autonomamente il backup, quindi come bisogna risolvere il problema se si eccede con lo spazio della memoria?

Metodi per lo spazio

Prima di tutto, diamo sempre un occhio al cestino presente sul desktop in nell’angolo in alto a sinistra oppure a quello presente in servizio via browser web (drive.google.com) e poi scegliere Cestino > Svuota Cestino: solitamente quando si cancellano file, foto o documenti automaticamente vanno a finire nel cestino digitale del nostro pc, che conserva per un mese tutto ciò che non serve più.

Se lo spazio comincia a limitarsi eliminiamo ogni giorno tutto ciò che non serve più all’interno del cestino. Inoltre, il pc ci invia messaggi se lo spazio di Google Drive comincia ad esaurirsi.

Teniamo d’occhio i file di grandi dimensioni: se non sono più indispensabili basta individuare dove sono per poterli cancellare. Basta infatti accedere alla versione web del servizio e poi premere sulla freccia azzurra per poterli eliminare.

Altra tecnica per ottenere spazio utile è far riferimento a OneDrive e a Dropbox: infatti questi due servizi sono molto utili per accogliere file di grandi dimensioni che ostacolano la memoria di Google Drive.

Possono essere di grande aiuto e fungere da “armadi di riserva” nel mondo digitale.

Altra possibilità è poter comprare dello spazio attraverso dei piani di abbonamento con Google One. Si possono scegliere sia i piani mensili con i seguenti prezzi: 100 GB con un costo di 1,99 euro al mese; 200 GB con un costo di 2,99 euro al mese e 2 TB con un costo di 9,99 euro al mese e quelli annuali: 100 GB a 19,99 euro all’anno, 200 GB a 29,99 euro all’anno e 2 TB a 99,99 euro all’anno.

Un’ottima opportunità per poter conservare tutto ciò di cui abbiamo bisogno senza alcuna difficoltà per il nostro pc.

Impostazioni privacy