Galaxy S24, le funzioni più evolute saranno a pagamento? La scelta di Samsung fa infuriare tutti

Allarme in casa Samsung, le funzioni più evolute dei Galaxy S24 potrebbero essere a pagamento. La scelta ha fatto infuriare tutti.

Negli ultimi giorni, i nuovi Samsung Galaxy S24 sono sulla bocca di tutti. Si tratta della serie di smartphone flagship presentata dall’azienda sudcoreana che ancora una volta vuole stupire i consumatori e rivoluzionare il mercato. In particolare quest’anno, grazie all’introduzione massiccia dell’Intelligenza Artificiale anche per le azioni più comuni. Come possono essere le chiamate o le foto scattate con la fotocamera del telefono.

Ecco cosa potrebbe succedere con le funzioni avanzate dei Samsung Galaxy S24
Le funzioni avanzate dei Galaxy S24 potrebbero essere a pagamento – Screenshot Samsung – mrinformatico.it

Ovviamente un occhio di riguardo è stato poi riservato per le specifiche tecniche a livello hardware, sempre più avanzate ed in grado di soddisfare ogni richiesta dei consumatori di ultima generazione. E infine, vale la pena menzionare il design rivisto e sempre molto bello da vedere. Ci sono però anche aspetti negativi che hanno fatto storcere il naso agli utenti. Sembra infatti che le funzioni più evolute appena presentate potrebbero essere a pagamento.

Samsung Galaxy S24, le funzioni più evolute a pagamento: i possibili risvolti

Se la notizia dovesse venire confermata, potrebbe alzarsi un vero e proprio polverone in casa Samsung. Si vocifera infatti che le funzioni più avanzate con l’Intelligenza Artificiale dei nuovi Galaxy S24 potrebbero essere proposte a pagamento per gli utenti. Una scelta in controtendenza rispetto a quanto proposto inizialmente, anche considerando che la nuova serie di flagship arriva a costare più di 1000 euro. E dunque introdurre tariffe aggiuntive potrebbe essere non così producente.

Ecco da quando l'IA sui Samsung Galaxy S24 potrebbe essere a pagamento
Galaxy AI a pagamento sui Samsung S24 dal 2025? Le ipotesi – Screenshot Samsung – mrinformatico.it

A scovare il tutto ci hanno pensato alcuni utenti, che hanno dato un’occhiata più da vicino alla pagina promozionale di questi device top di gamma. Al suo interno, c’è una piccola clausola dove si legge: “Le funzionalità Galaxy AI saranno fornite gratuitamente fino alla fine del 2025 sui dispositivi Samsung Galaxy supportati“. Dunque il sospetto è che dopo il 2025, tutti quegli strumenti che saranno entrati nelle abitudini comuni dei possessori di questi device potrebbero venire sfruttate con un costo extra o un abbonamento.

Come spiegato dal colosso sudcoreano, per poter godere di queste funzionalità di intelligenza artificiale, c’è bisogno di utilizzare un server che comporta costi continui per Samsung. Come già dimostrato anche da altri colossi come Google Assistant e Amazon Alexa. Dunque potrebbe avere un senso introdurre un pagamento in più per chi vorrà sfruttare le potenzialità dell’intelligenza artificiale sui Samsung Galaxy. Il problema potrebbe essere rappresentato dal fatto che l’abbonamento sarà attivo a oltre un anno di distanza dal lancio dei telefoni.

Impostazioni privacy