Condivisione e sicurezza, Meta cambia le policy: possibile separare gli account ma avrà un prezzo

Meta cambia le sue policy sulla condivisione e la sicurezza degli account. Sarà ora possibile separare i profili, ma avrà un prezzo.

Da sempre, Meta è una delle aziende che più punta sulla sicurezza dei propri utenti. Con gli account di Facebook, Instagram, WhatsApp e Messenger che possono godere di alcune funzionalità avanzate per far sì che i propri dati rimangano sempre protetti e non possano finire nelle mani di hacker e cybercriminali. E per il 2024, c’è una grossa novità che sta per arrivare e che ha già attirato l’interesse dei consumatori.

Condivisione account di Meta, arrivano cambiamenti alle policy
Cambiano le policy di Meta per la condivisione degli account – mrinformatico.it

Secondo quanto emerso, infatti, finalmente sarà possibile sospendere la condivisione degli account dei vari social network disponibili e gestiti dall’azienda americana. Tutto questo avrà però un prezzo, che potrebbe portare gli utenti a pensarci due volte. Ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo, con i vantaggi e gli svantaggi dietro ad una scelta così importante.

Condivisione account di Meta, cambiano le policy: ecco tutte le novità

Cambiano completamente le policy di Meta, in linea con il Digital Markets Act europeo. Per gli utenti ci sono dunque alcuni importanti vantaggi di cui si potrà usufruire in merito alla condivisione degli account per Facebook, WhatsApp, Instagram e Messenger. Una scelta dettata dalla volontà di fornire ai consumatori ancor più possibilità, ma con un prezzo da pagare.

Ecco cosa cambia con la condivisione degli account di Meta
Le novità di Meta in merito alla condivisione degli account – mrinformatico.it

Se l’utente nelle prossime settimane deciderà di modificare o confermare lo stato dei propri profili, spunterà un avviso da parte di Meta per chiedere l’autorizzazione per la condivisione delle informazioni tra i vari servizi. Scelte che possono poi anche essere gestiti andando nella sezione “Centro gestione account”. Per fare un esempio, l’idea è di dare la possibilità di utilizzare Messenger e Facebook Marketplace senza dover obbligatoriamente avere un profilo Facebook.

Come detto però, separare i profili porterà ad un prezzo da pagare. Non monetario, ma di funzionalità non più disponibili. Per fare un esempio, se scollegate i profili di Instagram e Facebook non potrete più attivare la condivisione in contemporanea su entrambe le piattaforme. Discorso simile anche per il feed e le inserzioni pubblicitarie, che saranno ora indicizzate in base alle vostre abitudini sul singolo social network e non sul profilo in generale. Infine parlando di Messenger, ora Meta chiederà al consumatore finale se si vuole continuare ad utilizzare l’account personale Facebook oppure crearne uno nuovo ad hoc solo per la piattaforma di messaggistica.

Impostazioni privacy