Caricabatteria, come proteggerlo al meglio: il metodo

Il nostro caricabatteria è un dispositivo molto fragile e soprattutto indispensabile: scopriamo, quindi, come fare per proteggerlo al meglio 

cavo rotto
Come proteggere il cavo del caricatore (mrinformatico.it)

Indispensabili per quanto riguarda la carica dei nostri dispositivi, al giorno d’oggi a tutti noi capita sempre più frequentemente di uscire con un caricabatteria in borsa o nello zaino, così da poter caricare lo smartphone o il laptop anche nei momenti più inaspettati.

Proprio per questo motivo, il rischio che questi cavi possano andare incontro a dei danni o delle usure, perdendo così la loro funzionalità, è molto alto. Esistono, però, dei trucchetti che potrebbero fare al caso vostro nel proteggere al meglio la durata e la qualità del vostro caricabatteria.

Proteggere il caricabatteria, alcuni consigli

caricabatteria
Come proteggere il cavo del caricatore (mrinformatico.it)

Il primo trucchetto che potrebbe fare al caso vostro per proteggere al meglio il cavo del vostro caricatore dello smartphone, o di qualsiasi altro smartphone, è senza dubbio quello di avvalervi di una molla. Tutto ciò che dovete fare, in questo caso, è quello di avvolgere per l’appunto le due estremità con una molla: in questo modo, eviterete che il cavo vi sia di impiccio o costituisca un elemento di disordine, e soprattutto riuscirete a rafforzarlo. Il nostro consiglio è quello di utilizzare la tipica molla contenuta nelle penne.

Un altro metodo altrettanto utile e soprattutto pratico da usare per protegge al meglio il proprio cavo è l’utilizzo del nastro isolante. Questo prodotto, infatti, può rappresentare un più che valido alleato perché vi permette di proteggere il vostro filo e soprattutto di renderlo più duraturo nel tempo. In questo modo, infatti, eviterete ad esempio che il materiale esterno del vostro caricabatteria si usuri con il tempo e dunque, con il tempo, esponga i fili interni fino a un loro inesorabile danneggiamento che vada a intaccare la carica del nostro smartphone.

Metodi simpatici di protezione, come fare

Oltre ai metodi che potremmo in un certo senso definire come più tradizionali per riuscire a proteggere, e dunque isolare, al meglio il nostro caricabatteria e nello specifico il suo filo, ce ne sono anche altri alternativi. Simpatici, spesso divertenti e soprattutto un po’ più rustici che valgono ugualmente la pena di essere nominati. Un esempio di questo tipo alternativo di protezione è costituito dallo scooby doo: ebbene sì, parliamo proprio dei simpatici e colorati intrecci che tutti noi ci siamo divertiti a fare almeno una volta nel corso della nostra infanzia, e che in questo caso potete avvolgere lungo il cavo.

Per finire, per chi non volesse abbandonare un piccolo tocco di divertimento e simpatia, c’è anche la possibilità di avvalersi dei cosiddetti animaletti gommosi: disponibili su amazon e disponibili anche a prezzi piuttosto bassi, sono degli animaletti pensati apposta per fungere da protettivo del nostro caricabatteria. Insomma, un modo semplice ma anche carino per poter evitare di dover comprare un nuovo filo senza girare, magari, con un pezzetto di nastro adesivo che è senza dubbio meno estetico.

Impostazioni privacy