Batteria smartphone ricaricabile in pochi secondi creata da ricercatori Usa

I ricercatori della Florida sono riusciti a dare vita ad una nuova batteria che potrà essere ricaricata in pochi secondi e durerà oltre 30mila cariche. La batteria sarà bidimensionale e costituita da micro-filamenti. L’invenzione, ancora non commerciabile, potrebbe servire anche per i veicoli elettrici

Batteria smartphone ricaricabile in pochi secondi creata da ricercatori Usa

Batteria smartphone ricaricabile in pochi secondi. È questa la nuova invenzione a cui sono giunti alcuni ricercatori dell’Università della Florida coordinati da Yeonwoong “Eric” Jung. Nel corso degli ultimi mesi, sono riusciti a ricreare una serie di super condensatori capaci di ricaricarsi più velocemente rispetto ai normali caricabatteria. Tramite alcune verifiche gli scienziati hanno elaborato alcuni condensatori in grado di ricaricarsi nel giro di pochi secondi per una durata di una settimana e sopportando più cicli di ricarica, contandone anche 30mila, rispetto alle 15mila delle batterie al litio. La costruzione di questa nuova batteria avviene sfruttando al massimo due materiali: il grafene ed un supercondensatore.

Un’ulteriore differenza rispetto alle batterie a litio riguarda anche la forma. Questa batteria infatti, sarà a due dimensioni, pari allo spessore di un solo atomo unito a quello tradizionale. Un’invenzione che in molti elaboravano già da tempo, ma che gli scienziati della Florida sono riusciti a risolvere con un procedimento di sintesi chimica che ha procreato dei condensatori fatto di milioni di micro-filamenti.

Batteria ricaricabile utile anche per veicoli elettrici

Questa sorta di micro-filamenti, posati su materiali bidimensionali, costituiranno un sistema altalenante che riuscirà ad ottenere velocità di ricarica, densità e potenza. Tuttavia, sebbene l’invenzione sia importante, per il momento ancora non si può parlare di commercializzazione poiché lo studio è stato pubblicato a livello accademico e bisogna ancora far partire la sperimentazione. Si attende dunque la registrazione nel brevetto USPTO.

Di certo con questa grandiosa innovazione si potrebbe finalmente risolvere (o migliorare) le problematiche degli attuali smartphone e ipad. Difatti, certi dispositivi, sebbene efficienti, hanno una durata limitata per via delle attuali batterie al litio. Questi dispositivi devono essere ricaricati soprattutto giornalmente, ma con la nuova batteria si potrebbe offrire una maggiore longevità.

Gli scienziati tuttavia, non si fermano solo agli smartphone, ma guardano lontano. Ad esempio si potrebbe addirittura pensare alle automobili elettriche che al giorno d’oggi continuano ad essere sempre più diffuse.

Iscriviti Gratis alla Newsletter di Mr. Informatico

Riceverai gratuitamente news, consigli e contenuti esclusivi via email. Inserisci la tua e-mail migliore e clicca su conferma.
Email

LASCIA UN COMMENTO

Rispondi