Assegno unico e assistenza INPS con intelligenza artificiale: un nuovo servizio di informazione e guida sulla domanda

L’Inps introduce l’intelligenza artificiale nei servizi di assistenza e per l’Assegno unico. Ecco come accedere al nuovo servizio online.

L’intelligenza artificiale è una delle innovazioni che più in profondità stanno cambiando le nostre vite. L’Unione Europea si appresta a regolamentarne l’uso con una nuova legge. Si tratta del cosiddetto pacchetto normativo ribattezzato AI act.

INPS introduce intelligenza artificiale per l'Assegno Unico
L’Inps lancia l’intelligenza artificiale al servizio dei cittadini – mrinformatico.it

L’AI act persegue fondamentalmente due scopi: da un lato si prefigge di proteggere cittadini e democrazie dalle applicazioni malevole dell’intelligenza artificiale, dall’altro punta però anche a promuoverne lo sviluppo positivo all’interno dell’Unione Europea.

Una delle applicazioni positive dell’intelligenza artificiale può essere senz’altro quella che mira a facilitare a tutti i cittadini l’accesso alle prestazioni previdenziali o a agevolazioni e contributi, in modo da snellire la burocrazia che spesso e volentieri funge da ostacolo.

L’intelligenza artificiale sbarca sul sito dell’INPS

A questo proposito va senz’altro segnalato che sul sito dell’Inps è online l’Assistente digitale per ogni informazione sull’Assegno Unico e Universale. Possiamo considerarlo una sorta di super impiegato virtuale. Grazie all’intelligenza artificiale di tipo generativo, l’Assistente virtuale e intelligente dell’Inps è in grado di comprendere il linguaggio naturale e di personalizzare così la conversazione. Allo stesso modo è capace di rispondere in maniera logica alle domande dei cittadini.

Ma non è tutto: l’Assistente è in grado di apprendere attraverso i quesiti posti dai cittadini che utilizzando il servizio contribuiscono ad allenare il sistema. In questa maniera, attraverso un processo di apprendimento continuo, l’intelligenza artificiale riuscirà a rispondere alle richieste con sempre maggiore qualità.

Assistente digitale INPS a cosa servirà
Inps, arriva l’Assistente Digitale – mrinformatico.it

Tra le possibilità a disposizione del cittadino c’è, come detto, quella di rivolgere domande. Può anche chiedere di semplificare le risposte o di dettagliarle meglio in alcuni punti di suo interesse. La chat interloquirà fornendo risposte dotate di coerenza rispetto alla informazioni che avrà ricevuto durante il colloquio. All’occorrenza l’Assistente potrà a sua volta chiedere delle precisazioni in modo da rispondere con maggiore accuratezza. 

Colloquio e dati relativi saranno protetti in base ai più elevati di sicurezza. Questo in maniera da garantire la riservatezza delle informazioni fornite dall’utenza. In particolare gli utenti avranno la possibilità di accedere al servizio dalla scheda dedicata all’Assegno Unico Universale, la misura di welfare familiare destinata alle famiglie con figli a carico (minorenni e maggiorenni fino a 21 anni di età, ma anche oltre a determinate condizioni; niente limite di età per i figli disabili). Come ha spiegato l’Inps, nel corso del primo semestre di quest’anno l’Assistente digitale a la IA di tipo generativo saranno gradualmente applicati anche ad altre prestazioni erogate dall’ente previdenziale. 

Impostazioni privacy