Arriva la pubblicità su Amazon Prime Video: quanto devi pagare per saltarla

Anche su Amazon Prime Video arriva la pubblicità. Ecco quanto bisognerà pagare ogni mese per saltarla e guardare tutto senza interruzioni.

Così come già successo su altri servizi di streaming come Netflix e Disney+, anche per gli abbonati a Prime Video ci sono pessime notizie in vista. Amazon ha infatti da poco annunciato che a breve verranno introdotte le pubblicità, che si susseguiranno sia prima che durante la riproduzione dei singoli contenuti scelti dal catalogo.

Quanto sarà necessario pagare per saltare la pubblicità su Amazon Prime Video
Pubblicità su Prime Video di Amazon, ecco quanto pagare per saltarla – mrinformatico.it

Un fulmine a ciel sereno per tutti coloro che da anni esaltavano la piattaforma proprio per via della sua totale trasparenza e dell’assenza di ogni tipo di contenuto pubblicitario. Ora le cose cambieranno, già nelle prossime settimane. E se si vorrà godere del servizio senza pubblicità, bisognerà pagare una quota extra ogni mese. Ecco a quanto ammonta e se conviene veramente la pena farlo.

Pubblicità su Amazon Prime Video: quanto bisogna pagare per saltarla

Una decisione che era nell’aria già da tempo e che pone Amazon Prime Video sullo stesso piano della concorrenza. Per poter continuare a guardare tutti i contenuti del catalogo senza limiti, bisognerà versare una quota extra ogni mese. O in alternativa, ci saranno le pubblicità durante la riproduzione (senza variazioni di prezzo).

Come saltare la pubblicità su Amazon Prime Video: i costi extra
Il costo dell’abbonamento extra per saltare la pubblicità su Amazon Prime Video – mrinformatico.it

La modifica è stata appena introdotta ed entrerà ufficialmente in vigore già a partire dal 29 gennaio prossimo. Dunque ancora un mese di tempo di libertà, prima di arrivare al momento della decisione più importante. Se vorrete applicare il blocco alle inserzioni, il costo per eliminare gli annunci è pari a 2,99 dollari al mese.

Ma vale veramente la pena farlo? In una e-mail inviata dall’azienda americana a tutti i suoi clienti abbonati a Prime, si legge che l’idea è di apportare annunci che saranno di molto ridotti rispetto ai canali TV tradizionali e alle altre piattaforme di streaming. Possiamo dunque aspettarci solo qualche secondo tra un contenuto e l’altro.

Se proprio non sopportate la presenza di annunci o ritenete che 2,99 dollari mensili siano un costo molto esiguo, allora potete procedere subito con l’iscrizione al servizio. Se invece siete disposti ad accettare quei pochi secondi di pubblicità, non dovrete fare più nulla. Se non apprezzare la strategia apportata dall’azienda, che ha deciso di mantenere invariati i costi a differenza di quanto visto in passato con altri competitor del settore.

Impostazioni privacy