“Arrestatemi..” Dure dichiarazioni di J.K. Rowling, scrittrice di Harry Potter: cosa sta succedendo

J.K. Rowling la conosciamo soprattutto per aver scritto la celebre saga di Harry Potter, ma anche per alcune polemiche suscitate negli anni.

J.K. Rowling
J.K. Rowling, autrice della saga di Harry Potter, ha espresso chiaramente la sua opinione su alcune questioni LGBTQ+ (Mrinformatico.it)

J.K. Rowling è sicuramente una delle scrittrici più famose dei nostri tempi. Ha infatti il merito di aver scritto la saga di Harry Potter che, a partire dalla fine degli anni ’90 e a quasi 30 anni di distanza, continua a macinare successi e a guadagnarsi seguaci. Oltre ai libri i fan conoscono alla perfezione anche i film che ne sono stati tratti, le pièce teatrali, i parchi a tema ispirati ai libri.

Inoltre sono tutti in visibilio per l’arrivo della serie tv su Harry Potter prodotta da HBO, proprio in collaborazione con la scrittrice scozzese. Eppure non è solo per la sua saga che J.K. Rowling è sulla bocca di tutti: a volte capita infatti che finisca in mezzo a qualche polemica mediatica per le sue dichiarazioni su alcuni temi piuttosto delicati: quelli LGBTQ+.

“Un uomo è un uomo” e “i generi sono soltanto due”: J.K. Rowling ribadisce la sua opinione

Gay pride
Manifestazione per i diritti della comunità LGBTQ+ (Mrinformatico.it)

Ma cosa è successo stavolta? In Scozia è da poco entrata in vigore una modifica alla legge che prende il nome di Hate Crime Act. Essa estende ora il crimine di incitamento all’odio anche a chi esprime idee contrarie all’identità di genere. In altre parole la scrittrice è finita di nuovo nel mirino dei media per aver espresso la sua idea sul concetto di genere, la sua opinione sulle donne trans e sulla discriminazione che le donne subiscono per via di alcune questioni proprie della retorica LGBTQ+.

Negli anni passati, infatti, Rowling si è distinta per aver sostenuto che solo una donna nata biologicamente tale possa definirsi realmente donna. La sua polemica si è ripresentata in occasione della modifica all’Hate Crime Act, con la scrittrice che ha dichiarato: “La ridefinizione del termine ‘donna’ per includere ogni uomo che si dichiara tale ha già avuto gravi conseguenze per i diritti e la sicurezza delle donne e delle ragazze in Scozia, con l’impatto più forte avvertito, come mai, dai più vulnerabili, comprese le detenute e le donne sopravvissute allo stupro“.

J.K. Rowling pronta a farsi arrestare per la modifica dell’Hate Crime Act scozzese

La sua provocazione è andata anche oltre, poiché la scrittrice ha dichiarato di essere pronta a farsi arrestare, visto che continuerà a sostenere la propria idea che “un uomo è un uomo” e che i generi sono soltanto due. Secondo la Rowling “da diversi anni ormai, le donne scozzesi subiscono pressioni dal governo e dai membri delle forze di polizia affinché neghino l’evidenza dei loro occhi e delle loro orecchie, ripudino i fatti biologici e abbraccino un concetto neo-religioso di genere che è indimostrabile e non verificabile“.

Per questa ragione la scrittrice non sembra intenzionata a tacere sulla questione e anzi non perde neanche un’occasione per ribadire la propria opinione contro quella che alcuni definiscono addirittura una “furia woke”.

Impostazioni privacy