Apple dovrà affrontare un maxi-processo: di cosa è accusato il gigante tech

Apple si ritrova a fronteggiare un caso che potrebbe avere ripercussioni durature sull’intero mercato della tecnologia.

Dopo anni in cui le aziende tech hanno dominato il mercato secondo le proprie regole, negli ultimi mesi molte realtà hanno dovuto affrontare processi e polemiche a causa di alcune pratiche poco trasparenti. Google e Meta hanno dovuto fronteggiare le accuse mosse dall’UE a causa del loro trattamento dei dati personali degli utenti e ora anche per Apple sembra prospettarsi un periodo decisamente problematico.

apple deve affrontare una causa antitrust
Apple potrebbe presto dover affrontare una causa – mrinformatico.it

Secondo quanto riportato dal New York Times, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti (DOJ) sta finalizzando un’indagine antitrust su Apple. Le accuse potrebbero presto trasformarsi in una causa federale, che metterebbe sotto i riflettori le pratiche commerciali di Apple.

Apple si prepara a fronteggiare le accuse del Dipartimento di Giustizia americano

Il DOJ sta esaminando in particolare i modi in cui Apple limita le operazioni della concorrenza nel suo ecosistema. Ad esempio, le autorità hanno notato che gli Apple Watch funzionano meglio quando vengono usati con gli iPhone rispetto a dispositivi di altri tipi. Un altro aspetto che costituisce il nucleo delle accuse antitrust è la volontà da parte di Apple di impedire che servizi di pagamento diversi da Apple Pay possano funzionare su iPhone.

apple è accusata di violare le norme antitrust
Il potenziale maxi-processo contro Apple è dovuto al suo comportamento contro le norme antitrust – mriformatico.it

Questo caso non è isolato. Anche i regolatori europei, per esempio, stanno considerando di costringere Apple ad accogliere su iOS altri app store oltre al proprio, nel contesto del Digital Markets Act.

Se questo caso dovesse procedere, sarebbe uno dei più significativi casi antitrust federali contro Apple. La società, che è la più preziosa nel mondo tech, potrebbe affrontare sfide legali che avrebbero un impatto non solo sulla sua operatività, ma anche sulle regolamentazioni del settore tecnologico a livello globale. Le pratiche di Apple in questione, che includono limitazioni su servizi come Siri e restrizioni sull’accesso a funzioni chiave per i concorrenti, sono viste come potenzialmente anticoncorrenziali.

Nonostante le ripetute richieste di commento da parte dei media, tra cui The Verge, Apple non ha fornito una risposta immediata. La società ha incontrato il DOJ diverse volte, l’ultima delle quali risale a dicembre, ma non ha ancora tenuto un incontro finale con l’agenzia.

Gli esperti suggeriscono che il DOJ potrebbe presentare la sua causa contro Apple già nella prima metà del 2024, se le indagini dovessero confermare le accuse. Questo processo potrebbe non solo influenzare significativamente le operazioni future di Apple, ma potrebbe anche portare a cambiamenti sostanziali nelle politiche e nelle pratiche del settore tecnologico in generale.

Impostazioni privacy