Addio truffe sui siti di incontro, cambiano le regole sui social: funzione anti-catfish

Le conseguenze del catfishing possono essere devastanti. Le vittime possono subire danni emotivi, finanziari e persino fisici.

Il mondo digitale offre molteplici opportunità di connessione e interazione, ma con esse sorgono anche nuovi rischi e minacce, tra cui il fenomeno del catfishing. Con questo termine si fa riferimento alla pratica di creare false identità online al fine di ingannare gli altri, spesso per scopi fraudolenti, manipolatori o persino pericolosi. Ora, però, arrivano nuove funzioni sui social network e sui siti di incontro, destinate ad arginare questo fenomeno.

Truffe catfishing
Nuove regole contro il catfishing – (mrinformatico.it)

Questa forma di inganno può assumere molte sfaccettature: dall’utilizzo di foto rubate o ritoccate alla creazione di intere personalità fittizie con dettagli inventati. Spesso, i catfishers mirano a stabilire relazioni emotive con le loro vittime, fingendo di essere qualcuno che non sono. Questo può avvenire attraverso social media, piattaforme di incontri online o anche semplici chatroom.

Le conseguenze del catfishing possono essere devastanti. Le vittime possono subire danni emotivi, finanziari e persino fisici. In alcuni casi, il catfishing può portare al furto di identità o alla diffusione di informazioni personali sensibili.

Nuove regole contro il catfishing

Le autorità e le piattaforme online stanno cercando di contrastare questo fenomeno con maggiori controlli sull’identità degli utenti e con campagne di sensibilizzazione sull’importanza della sicurezza online. Tuttavia, il fenomeno rimane una minaccia persistente, poiché i catfishers si adattano costantemente alle nuove misure di sicurezza e sviluppano tattiche sempre più sofisticate.

Per proteggersi dal catfishing, gli utenti dovrebbero essere cauti nell’interagire con persone online, verificare le identità quando possibile ed evitare di condividere informazioni personali sensibili con estranei. Inoltre, è importante educare se stessi e gli altri sui rischi associati alla presenza online e sulle migliori pratiche per mantenerne la sicurezza.

catfishing truffe web cosa sapere
Gli hacker sono sempre in agguato nella rete: come difendersi – (mrinformatico.it)

La società di sorveglianza domestica Wyze ha annunciato venerdì che un problema tecnico ha causato la visione delle riprese delle telecamere di circa 13.000 clienti. La società aveva originariamente rivelato la violazione la settimana scorsa, ma aveva affermato di aver identificato solo 14 clienti interessati. A quanto pare, il conteggio ammonta a qualcosa di più. Si tratta di un altro di un numero crescente di disastri di sicurezza conclamati in un’azienda che fa della sicurezza il proprio business.

In un’e-mail alle vittime, la società ha affermato che il problema è iniziato con un’interruzione presso Amazon Web Services (AWS), che fornisce i servizi di cloud computing dell’azienda. Nella maggior parte dei casi, sono state mostrate solo immagini fisse, ma alcuni utenti sono stati in grado di vedere filmati. Wyze ha dichiarato di aver già avvisato tutti gli utenti che hanno riscontrato il problema e che oltre il 99% dei suoi clienti non è stato interessato.

Questa non è la prima recente crisi di sicurezza per Wyze. Nel settembre del 2023, un problema quasi identico ha consentito alle persone di vedere i filmati di altri utenti. In precedenza, la società aveva rivelato di essere a conoscenza di un difetto critico che rendeva le sue telecamere di sicurezza vulnerabili agli hacker, ma la società aveva ignorato il problema e lo aveva tenuto segreto per tre anni.

Impostazioni privacy