Addio tasto con le impronte digitali dagli smartphone: nuova invenzione incredibile di Xiaomi

Il colosso cinese della telefonia mobile Xiaomi, vuole consentire agli utenti di sbloccare gli smartphone più facilmente. Ecco come ha intenzione di farlo

L’arrivo del riconoscimento dell’impronta digitale è stata una grande rivoluzione nel mondo degli smartphone. Ha reso molto più facile l’accesso ai nostri dispositivi e in molti casi ha tolto di mezzo le noiose password da inserire ogni volta che si sblocca il telefono. Dopo qualche anno è arrivata addirittura la tecnica del riconoscimento facciale, con la quale è possibile accedere allo smartphone senza praticamente fare nulla. Oltre a questi metodi, ce ne sono altri di più innovativi.

come funziona il riconoscimento dell'impronta digitaleQuasi tutti i moderni smartphone sono dotati della funzione di riconoscimento dell’impronta digitale – mrinformatico.it                                                           È stata l’azienda cinese Xiaomi a decidere di cambiare strada. Utilizzando i nostri dati biometrici in un modo ancora più complesso, i nuovi dispositivi della compagnia saranno in grado di riconoscere l’impronta digitale degli utenti in un modo nuovo e decisamente più facile da usare.

Telefoni sempre più sicuri e facili da sbloccare

Lo Xiaomi 14 Ultra è uno dei modelli più attesi in uscita il prossimo anno. Si è sentito molto parlare di questo dispositivo che sembra avrà una fotocamera particolarmente potente e sarà dotato dell’ultimo chipset Snapdragon 8 Gen 3. Oltre a queste specifiche tecniche, uno degli ultimi report suggerisce che Xiaomi potrebbe anche passare allo scanner di impronte digitali ad ultrasuoni integrato nel display. Questo nuovo scanner non sarà solo più veloce, ma permetterà anche agli utenti di sbloccare i loro dispositivi anche quando non possono usare bene le dita, come quando si hanno le mani bagnate.

xiaomi studia una nuova tecnica di riconoscimento dell'impronta digitale
I nuovi modelli di Xiaomi potrebbero integrare una nuova funzione di riconoscimento delle impronte digitali – mrinofrmatico.it

Oggi la maggior parte degli smartphone presenta uno scanner di impronte digitali sotto il display. Gran parte di essi sono scanner ottici, che scattano una foto dell’impronta digitale quando il dito viene poggiato e la confrontano con i dati biometrici in loro possesso. È un modo rapido ed economico per posizionare lo scanner, ma ha anche un grosso svantaggio. Affinché lo scanner funzioni e il riconoscimento avvenga, l’utente deve posizionare il dito su un punto esatto. Se le dita sono bagnate, umide o unte, uno scanner di impronte digitali ottico non sarà in grado di verificare l’identità.

Ecco perché alcuni marchi hanno cominciato a usare scanner di impronte digitali ad ultrasuoni, che eliminano questi svantaggi. Questi emettono onde ultrasoniche, che rimbalzano dal tuo dito di nuovo al sensore. Funzionano quindi anche quando le dita sono bagnate e anche se il dito non viene poggiato su un punto preciso.

Impostazioni privacy